Disponibile in:

3 – Meditazione – sui Chakra (3 parte)

Questo articolo è disponibile anche in formato Audio, se desideri ascoltarlo clicca qui, inoltre puoi scaricare la versione PDF

Pagina 1 su 10

Attraverso questi passaggi ti stai rendendo cosciente di qualcosa che è sempre esistito, ma di cui hai ignorato la presenza. La Meditazione va allo stesso tempo compresa e praticata ogni giorno, perché non c’è mai fine alla comprensione e alla scoperta di nuovi livelli. Lo scopo di questo percorso è insegnarti a meditare sui chakra con il perfetto non pensiero perché tu possa riconoscere te stesso e decidere completamente per la tua vita. Per riuscirci, però, bisogna allenarsi passo dopo passo. Ti ho mostrato un assaggio della meditazione invitandoti a praticare il non pensiero, ma questo non è tutto, infatti devi imparare a prendere energia, ed è proprio quello che voglio insegnarti oggi: la Meditazione sui Chakra.

I chakra sono semplicemente dei punti del corpo che possono contenere energia. Non c’è bisogno che ora ti spieghi nei dettagli perché lo farò nei prossimi articoli dedicati al tema. Ciò che ora necessiti di sapere è che i chakra non sono qualcosa di strano o paranormale, ma sono dei semplici punti del nostro corpo che riescono a concentrare meglio l’energia e che ci permettono di utilizzarla come noi vogliamo. Sono come dei contenitori che all’inizio non puoi vedere, però, imparando a percepire le energie, ti renderai conto di quanto essi siano importanti per la nostra vita di tutti i giorni. Un esempio pratico è il mal di testa dovuto ad un chakra della Mente troppo scarico; la stessa cosa vale per il mal di stomaco che si presenta per un Plesso vuoto, come il mal di schiena improvviso che non verrebbe se il Chi fosse pieno di energia. Così, ogni chakra ha la funzione di fortificare il nostro corpo fisico, ma non solo. Sebbene ora il termine Chakra possa sembrarti strano o sconosciuto, si tratta in realtà di un termine antichissimo per indicare alcuni punti più energetici del nostro corpo che ci permettono di essere più forti, più concentrati e più in salute. Basti pensare che il Chi, appunto il chakra della forza fisica, viene usato da tantissimi maestri di arti marziali e praticanti di sport, proprio perché aumenta la forza, la resistenza e la velocità. Si tratta di energia aggiuntiva, non è nulla di così strano. Proprio come nell’immagine a inizio capitolo i chakra fondamentali sono 5, sebbene ne esistano altri 3 anch’essi molto importanti. Il punto è che la tua conoscenza deve andare di pari passo alla pratica perché tu possa migliorare la tua evoluzione, quindi, anziché correre, iniziamo da quello che puoi imparare subito: la Meditazione sui 5 Chakra. Precedentemente hai scoperto che la meditazione non è nulla di complicato o misterioso, si tratta semplicemente di rilassarsi usando una tecnica ben precisa che non tutti conoscono. Infatti, è sempre facile dire “Rilassati”, ma c’è chi non ha mai compreso come si fa. Probabilmente anche tu fai parte di quella categoria, se pensi ad esempio che ci si possa rilassare soltanto guardando la TV, ascoltando musica e pensando ai propri problemi o dormendo; ma questi tre metodi non faranno evolvere la tua Coscienza. La Meditazione ha lo scopo di farti evolvere sia mentalmente che spiritualmente, quindi è un metodo diverso di rilassarsi, è il più antico e vero; gli altri sono hobby, abitudini, routine, ma non sono azioni evolutive. Per stare bene dentro e fuori, oltre il non pensiero che già di suo ti aiuta a non svuotarti di energie inutilmente, la meditazione ti permette di riempirti di energie extra per essere molto più forte e determinato di prima. Parliamoci chiaro: oggi senza meditazione si vive da zombie, sempre con una stanchezza addosso che ci succhia sin da mezzogiorno, per stremarci alla sera e farci crollare nel letto quando torniamo a casa da lavoro. Non possiamo continuare così, questa non è vita. Quindi abbiamo bisogno di energia extra per sentirci bene nonostante compiamo delle azioni noiose e stancanti come lavorare. Attraverso la meditazione sui Chakra, permettiamo alla nostra mente di essere molto più attiva, al nostro corpo di essere energico e reattivo oltre che sano, ma soprattutto permettiamo alla nostra coscienza più elevata, che chiameremo Anima, di nutrirsi. Perché se il cibo nutre il nostro corpo, l’energia nutre la nostra anima. Non c’è da stupirsi, sebbene ora potresti non comprenderne perfettamente il significato, perché potresti credere che, siccome l’anima non “mangia” come fa il corpo, allora essa non abbia bisogno di nutrimento. Lei assorbe l’energia con cui tu la nutrirai meditando. Essendo l’anima energia, si nutrirà di energia, di certo non potrà nutrirsi di cibo come fa il corpo.

Pagina 2 su 10

Solo perché non vediamo con i nostri occhi lo spessore e la grandezza di un’anima, non significa che quella sia da ignorare: noi non vediamo i nostri organi interni, eppure se ci nutriamo male questi iniziano ad ammalarsi, quindi sebbene non possiamo vedere il momento e il motivo per cui si ammaleranno, questo succederà e ci porterà dei danni seri. Se invece noi nutriamo il nostro corpo di alimenti sani, i nostri organi interni saranno molto più resistenti e la loro “vita” sarà più lunga: la stessa cosa vale per la nostra anima.

All’inizio potresti credere che l’anima non abbia bisogno di nutrirsi ogni giorno come il corpo perché non si lamenta. In realtà lei si lamenta molto spesso, perché se oggi non mangiassi, il tuo stomaco brontolerebbe e proveresti quel fastidio che, col passare del tempo, diventerebbe dolore, quindi ti accorgeresti di avere fame. L’anima si comporta allo stesso modo, perché non meditando ti sentirai sempre più confuso, solo e fuori posto; infatti avrai un vuoto dentro di te che non ti permetterà di ragionare bene. La fame rende incapaci di andare avanti, perché quando hai fame non riesci a ragionare bene quanto vorresti, ti rende fragile e sottomettibile. Se è la tua anima ad avere fame, lei non emette suoni, ma dentro di te sentirai delle urla di dolore che ti faranno sentire sempre più vuoto e angosciato. Se oggi sei qui a cercare risposte è perché dentro di te senti quelle urla che non sai a chi appartengano, ti senti vuoto e solo, sebbene tu non ne comprenda il motivo. Ti stupirai quando ti renderai conto che quel senso di vuoto, quel dolore interno, quella sofferenza, era semplicemente fame. Quando salti un pasto importante e per qualche motivo non mangi, il tuo corpo si indebolisce e ti senti triste e nervoso: quando la tua anima non si nutre, si sente allo stesso modo. Quelle forti fitte di solitudine e di sconforto, di pessimismo, non sono altro che fitte di fame dell’anima. Ora non lo capisci, ma quando prenderai l’abitudine di meditare costantemente, ti renderai conto che quel vuoto e quella solitudine passeranno facendoti quasi credere che non siano mai esistiti: accadrà quando avrai soddisfatto le necessità della tua anima. Quando ti riempi la pancia non pensi più di avere fame, sei così pieno che non ricordi quasi cosa significhi essere affamato, perché ormai sei sazio e non ci pensi più. Quando mediterai con costanza, ti dimenticherai il significato della sofferenza. Se tu avessi un disordine alimentare e saltassi il pranzo un giorno sì e uno no, poi una cena sì e una no, il tuo corpo reagirebbe negativamente perché sarebbe sottoposto ad uno stress. Tu hai bisogno di mangiare con ritmi giusti e pasti corretti perché la tua salute ne possa gioire. Allo stesso modo funziona con l’anima: se oggi la nutri e domani no, sebbene tu non senta quel dolore fisico, lei comunque si starà indebolendo e riprenderà ad urlare dentro di te, facendoti sentire pessimista e frustrato. Per permetterti di stare bene ogni giorno cerca di non saltare i pasti. Questo ti porterà a garantirti anche un futuro, perché sai per certo che se oggi ti nutri con pasti sani, negli anni a venire i tuoi organi continueranno ad essere sani, mentre se nutri il tuo corpo di spazzatura, la malattia arriverà molto prima e gli organi smetteranno di funzionare. Allo stesso modo, se oggi incominci a nutrire in modo sano la tua anima, quella continuerà a vivere di ottima salute. Al contrario, se dovessi decidere di non nutrirla prima o poi si ammalerà e la sua vita cesserà. Attraverso la meditazione sui chakra ti renderai conto tu stesso del beneficio già dalla prima sessione perché ti sentirai più calmo e pronto ad affrontare le avversità del quotidiano. Non aspettarti di sentirti così pieno di energie da spaccare un muro fin dalla prima meditazione: prima concentriamoci sullo stato mentale che devi tenere, perché anche se ora può sembrarti scontato, sarà proprio quello a farti evolvere o farti arrendere. Poi, meditazione dopo meditazione, ti sentirai anche più forte fisicamente e non ci sarà bisogno di aspettare anni, perché tutto dipenderà da quanto mediterai: se lo farai costantemente e con l’impegno dovuto, in breve tempo ti sentirai meglio anche fisicamente, quindi più energico e meno predisposto alla stanchezza. Lo scopo del non pensiero è infatti quello di farti distinguere chi sei tu, dalle influenze esterne che vogliono fingersi te.

Pagina 3 su 10

Lo scopo dei chakra è quello di riempirti di energia affinché tu possa poi anche utilizzarla sia durante le tue giornate di routine, rimanendo più energico e sveglio (come se avessi bevuto 20 caffè ma senza effetti collaterali!) sia, e forse è quello che più ti interessa ora, poterti proteggere fisicamente dalle influenze esterne, e poi usare quell’energia per ottenere miglioramenti nella tua vita attraverso tecniche pratiche. Per citarne giusto due, potresti desiderare di imparare la Guarigione energetica, ma questa non si può fare ad alti livelli se non possiedi energia; oppure potresti far succedere qualcosa di molto positivo nella tua vita che da tempo desideravi o che all’improvviso ti renderai conto di volere ma che non sapresti da dove cominciare per realizzarlo: attraverso le tecniche potrai farlo accadere. Tutto dipenderà dal tuo impegno e dal tuo interesse; di certo, se tu per primo non praticherai per riuscirci, non lo farà qualcun altro per te. I chakra sono molto importanti perché ti permettono di prendere energia e usarla come meglio credi; prima di tutto però sarà una fortissima protezione energetica che impedirà che capitino eventi negativi nella tua vita. A questo poi si aggiungerà la Protezione Psichica, una tecnica di protezione che ti consiglio assolutamente di praticare e che troverai nei prossimi articoli, ma prima parliamo della meditazione. Infatti, anche la protezione non funzionerà se tu non mediterai, perché quella si svolge con energia e se tu non mediti non hai energia a sufficienza per bloccare eventi molto duri e pesanti. Quindi, nonostante la meditazione in non pensiero sia fondamentale, comunque rimane incompleta se non aggiungiamo i chakra, perché non imparerai davvero a riconoscere te stesso dalle influenze esterne se non avrai la forza di proteggerti da esse, perciò hai necessità di avere dei chakra gonfi di energia. Allo stesso modo, avere molta energia sarebbe utilissimo, però senza il non pensiero non riuscirai ad utilizzarla come vorresti, quindi nonostante ti cambierebbe la vita, rimarrebbe ancora un processo incompleto perché avresti bisogno del non pensiero per focalizzarti meglio sui tuoi veri obiettivi. Quindi non pensiero e chakra si completano, uno senza l’altro rischia di rimanere incompleto e prima o poi potrebbe crollare. Ti starai forse domandando la ragione per cui ti sto chiedendo di praticare ancor prima di spiegarti tutti i dettagli e rispondere a tutte le innumerevoli domande che hai se sei nuovo a questa pratica, ma non ti preoccupare, ho già pensato anche a quello. Infatti, nei prossimi articoli risponderò a tutte le domande sulla meditazione. Prima però desidero che tu tocchi con mano l’esperienza del benessere perché tu possa credere grazie alle prove ottenute che quel che dico è vero. Non desidero che tu creda a quel che dico solo per averlo letto, desidero che tu lo metta in pratica in modo tale che possa scoprire con la tua stessa esperienza che è tutto reale. In questo modo non avrai mai più dubbi: se non praticherai rimarrai per sempre con i dubbi e ti aspetterai che sia io a doverteli togliere, ma non è così, sei tu che devi farlo mettendo in pratica le tecniche che io ti ho insegnato, perché solo così ti fiderai di te stesso e non dovrai dipendere da nessun altro. Perciò prima di continuare con la spiegazione della Meditazione, vorrei farti provare cosa significa meditare sui Chakra.
I chakra più importanti del nostro corpo sono 8, anche se noi mediteremo su 5:

  1. Il Kundalini (posto sulla punta della spina dorsale)
  2. Il chakra Sessuale (collocato leggermente più in alto del Kundalini, per questo vengono spesso confusi)
  3. Il Chi (situato leggermente sotto l’ombelico)
  4. Il Plesso Solare (zona stomaco)
  5. Il chakra del Cuore (al centro del petto)
  6. Il chakra della Gola (posto sul pomo d’Adamo)
  7. Il chakra della Mente (in mezzo alle sopracciglia)
  8. Il chakra della Corona (sopra la testa)
Pagina 4 su 10

Sebbene i chakra siano 8, noi ci occuperemo di 5: il Chi, il Plesso, il Cuore, la Mente e la Corona.

Questi 5 chakra sono quelli che maggiormente porteranno equilibrio nel tuo risveglio spirituale e sono molto importanti proprio ora che sei agli inizi. Essi verranno ricaricati in modi differenti poiché hanno diversi metodi di lavoro, ma andiamoci passo per passo. Non mediteremo sugli altri chakra per ora, perché si ricaricheranno anche se ci focalizzeremo sui cinque fondamentali. Se seguirai questo metodo otterrai ottimi risultati.

Il primo dei chakra, sul quale mediteremo per circa 7 o 10 minuti (puoi decidere se iniziare con 7 o partire subito con i 10), sarà il Chi. Questo si trova nel basso ventre. Non è un problema se poggi le dita qualche centimetro più in basso o poco più in alto, non c’è bisogno di calcolare l’esatta posizione, ciò che conta è rimanere nell’area del chakra e che sia al centro del basso ventre e simmetrico rispetto alla spina dorsale, quindi né troppo a destra né troppo a sinistra. Personalmente sono solita appoggiare le dita nella zona dell’utero, esattamente in mezzo alle due ovaie. In questo punto riesco a percepire particolarmente bene il mio Chi, anche se tecnicamente le dita andrebbero posizionate leggermente più in alto, quindi anche tu puoi decidere di posizionarle dove lo senti meglio perché come vedi ogni corpo è diverso.

Il secondo chakra di cui ci occuperemo sarà quello del Plesso Solare collocato all’altezza dello stomaco, quindi poco più in basso del cuore. Su questo chakra mediteremo dai 3 ai 5 minuti. A questo punto puoi decidere tu se partire con la meditazione più corta o quella più lunga scegliendo per ogni chakra se svolgere meno minuti o più minuti tenendoli però equilibrati fra loro; ti consiglio di non squilibrare la tua meditazione e di rimanere entro i ritmi da me indicati almeno adesso che sei agli inizi: se meditassi 15 minuti sul chi e 2 minuti sul plesso, squilibreresti i tuoi chakra e non sarebbe un ottimo inizio.

Il terzo centro di energia, su cui mediteremo per 7-10 minuti circa, sarà il chakra del Cuore. Questo si trova appunto alla stessa altezza del cuore, ma non tende verso sinistra. Anch’esso è allineato con la spina dorsale, perciò si colloca al centro del petto.

Il quarto chakra in cui ci focalizzeremo, dai 7 ai 10 minuti, sarà quello della Mente che si trova in mezzo alle sopracciglia.

Per concludere, daremo attenzione dai 3 ai 5 minuti al chakra della Corona proprio sopra al centro della testa, che ti aiuterà ad aprirti ad altissime dimensioni, molto utili e positivissime.
Ora che sai dove si trovano i cinque chakra fondamentali, iniziamo con la nostra meditazione. Ricordati di assumere una posizione comoda per iniziare la meditazione guidata. Se non hai mai meditato, puoi farlo anche da sdraiato; se desideri iniziare subito a meditare in posizione mezzo loto, o con le gambe incrociate, ti consiglio di poggiare la schiena al muro per non affaticarti, con un cuscino sotto per non sentire fastidio alle gambe. Questa tecnica può durare dai 25 ai 30 minuti ed è la prima vera sessione di meditazione che svolgerai: infatti, le sessioni di meditazione durano all’incirca mezzora l’una, capisci quindi che le versioni precedenti erano solo di preparazione. Durante la meditazione, puoi tenere le mani appoggiate sulle tue ginocchia (con il pollice e l’indice che si toccano) oppure puoi appoggiarle sul bacino una dentro l’altra con i pollici che si toccano, o ancora, puoi scegliere di utilizzare una mano per toccarti i chakra uno per volta, lasciando l’altra mano ferma poggiata sulle gambe o possibilmente sotto il chi: questa è la posizione che più ti consiglio per migliorare la tua meditazione e iniziare con il piede giusto. Iniziamo. Ricordati di lasciare almeno un minuto\due di pausa tra la lettura di una frase all’altra, dando del tempo a te stesso per praticare la consegna appena letta prima di passare alla prossima.

Se desideri ascoltare la Meditazione guidata versione Audio, clicca qui, poi continua la lettura dell’articolo; altrimenti, leggi la versione scritta ed eseguila passo per passo.

 

Rilassati e procedi con il rilassamento.

 

Rilassa la mente…

 

Non pensare a niente…

Segui solo le mie parole…

 

Immagina intorno a te una luce bianca che ti sfiora…

 

Questa luce bianca, bellissima, ti circonda e si muove intorno a te…

Ti fa sentire bene.

 

La luce bianca ti circonda… sempre in maggiore quantità.

Immagina che questa luce entri dritta nel tuo chakra Chi.

 

Respira profondamente e immagina la luce entrare nel tuo chi…

 

Ora, con una mano, poggia le tue dita sulla zona del chakra e toccalo.

 

 

Concentrati sulla sensazione che ti fa provare il tocco delle tue dita sulla pelle.

 

 

Senti il chakra Chi assorbire l’energia positiva, anche grazie al tocco delle tue dita…

 

Immagina come se il tuo Chi assorbisse sempre più velocemente l’energia.

 

Da questo momento, concentrati unicamente sul tuo Chi.

 

 

Respira prana nel tuo Chi…

E non pensare più a niente…

 

Concentrati sul tocco nel tuo Chi.

 

Rilassati… e non pensare a niente…

Concentrati sul chakra senza pensare…

 

Respira profondamente e togli le dita dal chakra Chi…

 

Ora… poggiale sul chakra del Plesso.

 

Immagina la luce che entra dentro il tuo Plesso…

E respirala dentro.

 

Concentrati bene sulla pelle, sentendo fisicamente il tocco delle dita.

 

 

Respira profondamente dal tuo Plesso…

Non distrarti per nessuna ragione…

Continua determinato sul tuo Plesso.

 

Concentrati solo sul Plesso.

Respira profondamente… togliendo le dita dal Plesso.

 

Rilassati… ora puoi poggiare le dita sul chakra del Cuore.

 

Fai un grandissimo respiro dal Cuore e sentiti forte, davvero forte.

 

Senti il cuore che batte forte…

 

Concentrati sul battito del tuo cuore e respira….

 

Senti aumentare il battito cardiaco…

 

Senti come il tuo cuore batte forte, senti che emozione che ti dà…

 

Respira prana dal tuo cuore… e sentilo battere per te…

 

Sentiti felice, appagato, perché è questo il sentimento che devi avere mentre mediti…

 

Tu sei forte, devi sentire la verità…

 

Accettala…

 

Concentrati sul tuo cuore, senti come batte forte dall’emozione!

 

Non pensare a niente, goditi soltanto l’emozione di essere finalmente presente…

Rilassati…

 

Ora puoi spostare le tue dita sul chakra della Mente…

 

Immagina la luce entrare nel tuo chakra…

 

Enormi quantità di bianco che entrano nella tua Mente… e si espande…

 

La purificano…

 

Buttano fuori ogni problema… pensiero negativo… ogni fastidio… ogni perdita di tempo.

 

 

Tutto si scioglie… rimane solo la luce… e la bontà…

 

Da adesso… non pensare più a niente…

 

Concentrati solo sulla tua pelle… sul tocco fisico delle tue dita…

 

Rilassa il viso… rilassa le sopracciglia e la fronte…

 

Concentrati sul chakra Mente senza stressare il viso…

 

Non distrarti.

 

Concentrati, la tua Mente è troppo importante per distrarti!

 

Respira prana dalla Mente…

 

Rilassati… e sposta le tue dita sul chakra della Corona…

 

Respira prana dalla Corona…

 

Sentila, come ti fa aprire all’Universo…

 

Togli le dita dal chakra, poggiando le mani una sopra l’altra, sotto il Chi.

 

Rimani concentrato sulla Corona, senza toccarlo con le dita…

 

Senti l’energia bianca entrare dritta dentro la tua Corona…

 

Concentrati sul chakra della Corona…

 

Respira prana…

E rilassati….

 

Ti ringrazio, per avermi permesso di farti rilassare.

 

 

Sono davvero felice che tu abbia praticato questa Meditazione, perché hai permesso a te stesso di andare oltre l’apparenza e tastare con la tua pelle la sensazione che si prova durante la meditazione sui chakra. All’inizio potresti sentirti rilassato a tal punto da appisolarti, ma con la costanza nella pratica ti sentirai sempre più energico e forte, tanto da poter cambiare la tua routine e agire di più per la tua vita e sentirti meno stanco, a confronto di quando agivi di meno e ti sentivi più pigro e apatico. La Meditazione è un nemico dell’apatia, ti rende energico e deciso, capace di realizzarti in ciò che prima non avresti mai pensato. Te ne renderai conto, notando nella tua vita e nella tua personalità delle qualità e situazioni positive che sfoceranno all’improvviso. Ne rimarrai sorpreso.

Fine pagina 10 su 10. Se hai gradito l’articolo, commenta qui sotto descrivendo le tue sensazioni durante la lettura o la pratica della tecnica proposta.

 

Questo documento è di proprietà di https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/. Tutti i diritti sono riservati, è vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Accademia di Coscienza Dimensionale, A.C.D. Ogni violazione verrà perseguita per vie legali. ©

Vuoi aggiungere il tuo banner personalizzato? Scrivici a [email protected]

1 commento

  1. Bellissima questa meditazione! È da poco più di un anno che la pratico e mi fa stare molto bene, mi fa sentire davvero viva come non mi ero mai sentita prima. Ogni tanto è molto utile seguire nuovamente la meditazione guidata ed è incredibile come ogni volta sento un’emozione bellissima specialmente sul chakra del cuore 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *